Ipogeo Giudetti

L’ipogeo Giudetti

 

L’ambiente ipogeo risulta ubicato fra vico Seminario e vico II Seminario esattamente fra palazzo Carducci e il Museo Diocesano ex Seminario. Si accede nel vano più grande da vico Seminario e in quello più piccolo da vico II Seminario. Il vano più grande è preceduto da un sistema di grandi arcate che portano al vano con volta a botte cinque/seicentesca. I due vani risultano collegati attraverso un passaggio dove sulle pareti è possibile individuare due nicchie da lucerna. Una delle pareti di questo condotto reca tracce di muratura molto più antiche del resto degli ambienti lasciando supporre che il complesso ipogeo possa essere stato reimpostato in epoche differenti. Molto probabilmente i due vani devono essere stati completati nello stesso periodo a cui risalgono gli ambienti ipogei dell’ex Seminario. Anche per quanto riguarda la loro funzione essa non dovrebbe essere stata diversa. Ci troviamo in un’area intensamente sfruttata ed organizzata fra il Cinquecento e gli inizi del secolo successivo quale zona di depositi di derrate e di fogge granarie. Siamo infatti nei pressi di palazzo Mannarini ove insiste la più grande foggia granaria. Anche questo complesso ipogeo è frutto della riscoperta fatta dagli attuali proprietari che ne stanno curando il restauro per una prossima utilizzazione e valorizzazione, essendo stato obliterato per un lungo periodo di tempo.

Nobilissima Taranto
Assign a menu in the Left Menu options.
Assign a menu in the Right Menu options.